LA LENTICCHIA

La lenticchia di Castelluccio di Norcia

La vicina lenticchia di Castelluccio di Norcia (molto simile, se non identica a quella prodotta a Colmotino di Cascia, a quasi 1000 metri di altitudine) è riconosciuta dal marchio IGP e DOP per le sue qualità.
Come per la lenticchia di Castelluccio, il terreno di alta montagna, con temperature rigide ed appezzamenti magri, anche se piuttosto povero di sostanze organolettiche, conferisce alla lenticchia un sapore inconfondibile, una buccia molto fine che giova alla cottura, in quanto legume, e a differenza di molti altri, non necessita di essere messo a bagno. Cuoce in acqua fredda in 20 o 30 minuti. Si consiglia di cucinarla in modo semplice, aggiungendo solo sale, sedano, aglio ed olio: il sapore sarà garantito. La dieta mediterranea ha portato ad una riscoperta delle qualità nutritive della lenticchia: contiene una percentuale minima di grassi, è ricca di proteine facilmente digeribili ed è molto calorica, tant’è che viene definita “la carne dei poveri”. Secondo studi medici, l’alimentazione a base di lenticchia può rivelarsi utile anche nella prevenzione di alcune malattie come i tumori intestinali e può aiutare a tenere lontano l’ipertensione e persino il morbo di Parkinson.

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Pagine: 1 2


Posted in Prodotti and tagged , by with no comments yet.