LO ZAFFERANO PURISSIMO DI CASCIA

La raccolta dello Zafferano

I fiori dello zafferano vengono raccolti manualmente tra ottobre e novembre, nelle prime ore dell’alba, quando il fiore non si è ancora schiuso, poiché i raggi diretti del sole ne danneggerebbero le qualità organolettiche. Nella stessa giornata vengono separati dal fiore e fatti essiccare tostandoli sulla brace di legna a una temperatura di circa 40 gradi.
L’enorme valore del prodotto finale è determinato proprio dalla grande cura che è necessario dedicare alla raccolta e alla separazione degli stimmi dal fiore. Inoltre, per ottenere un grammo circa di zafferano, servono oltre 200 fiori.

 

Lo Zafferano in cucina

L’uso dello zafferano ha incontrato nella gastronomia del territorio la giusta base per realizzare piatti tradizionali che coniugano nel migliore dei modi gli antichi sapori alle nuove tendenze del gusto. Si possono assaporare sfiziosi formaggi come pecorini, ricotte e caciotte allo zafferano, primi piatti sfiziosi come il risotto tartufo e zafferano, o la selvaggina locale arricchita dai profumi di questa meravigliosa spezia.
Recentemente la quasi totalità delle aziende produttrici si sono unite in un consorzio, l’Associazione dello Zafferano di Cascia – Zafferano Purissimo dell’Umbria -, con lo scopo di promuovere e diffondere la conoscenza dello zafferano. Una delle iniziative più prestigiose è senza dubbio l’organizzazione della Mostra Mercato dello Zafferano di Cascia, che si svolge verso la fine di ottobre, nel periodo in cui fiorisce lo zafferano. Durante la manifestazione si può degustare e acquistare lo zafferano, o i molti prodotti locali ai quali viene associato, creando delle leccornie sfiziose e prelibate per palati fini.

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Pagine: 1 2


Posted in Prodotti and tagged , , , by with no comments yet.